Molto Bene Teatro Yuhu

Usare la propria creatività non vuol dire “fare gli artisti”, ma servirsi in modo corretto di una forma fondamentale della conoscenza di sé e del mondo.
Giuliano Scabia

Perché fare un laboratorio di teatro integrato?
Fare e formare con il teatro. Questo il nostro mestiere di officineperegrine.
Il teatro a sua volta ci forma continuamente anche a noi attori e registi professionisti.
Cosa ci insegna il teatro tutti i giorni? Che ogni essere umano è un attore, e che tutti possiamo essere attori, con un po’ di impegno e costanza, consapevoli e creativi. Ogni essere umano è dotato di una propria e unica capacità espressiva e del proprio e unico vissuto. Perciò se la società con le sue tanti ingiustizie troppo spesso ci priva della possibilità di trovare lo spazio di relazione, di educazione e di liberazione della nostra espressività, il teatro ci insegna a riconquistare spazio, parola, emozioni e azioni.
Il teatro integrato si impegna a portare questo spazio-tempo a tutte e tutti e in particolare a coloro che ne necessitano di più: chi soffre e vive una condizione marginale o di crisi.

Il teatro ci insegna a vivere le differenze per poterci veramente incontrare. Il teatro integrato porta al massimo la natura interdisciplinare dell’arte performativa intrecciando rapporti con le altre arti.
Chi pratica il teatro sa che ogni attore è uno spett-attore e viceversa.
Il potenziale creativo del teatro integrato è enorme, perché non è un semplice “teatro-terapia” ma è un viaggio insieme verso il futuro. Non si fa esclusivamente con soli “attori disabili” guidati da una regia “normodotata”, ma si pratica insieme: attori con o senza disabilità (riconosciute) creano insieme un percorso e un prodotto artistico.
Un progetto sperimentale e interdisciplinare

officineperegrine teatro si è mossa nel 2015, con l’intenzione di creare una realtà di teatro integrato nel Nord Sardegna. L’abbiamo creata!
Si chiama MoltoBeneTeatroYuhu.
Il progetto, partito sperimentale nel Comune di Santa Teresa Gallura e comunque appoggiato dai Servizi Sociali locali, si è svolto per circa 7 mesi (da Dicembre 2015 a Luglio 2016). In questi mesi siamo andati in scena ben 4 volte (3 volte con estratti di “Aspettando Enza” all’interno dello ShakespeareFuneralParty e all’interno di “Uniti Siamo inarrestabili” con le Scuole e Associazioni del Paese, e infine con lo spettacolo integrale “Aspettando Enza”2 – omaggio e parodia di Beckett, Shakespeare, Cyrano e molti altri…). Ma gli incontri con il pubblico sono stati molti di più: ogni mese del 2016, il gruppo ha partecipato alla giornata di officineperegrine denominata “Theater Day”.
MoltoBeneTeatroYuhu vuole ora crescere e moltiplicarsi.

Portare il Teatro Integrato in altri 10, 100, 1000 paesi della Gallura, della Sardegna e del Mondo! Abbiamo chiamato le nostre proposte laboratoriali di teatro integrato “MoltoBeneTeatroYuhu Projects”. Vogliamo che ogni gruppo nuovo conosca il lavoro d’attore preparatorio, il training, ma con la qualità specifica e unica del teatro integrato, per passare alla seconda fase di creazione di una storia, e infine ad una terza di realizzazione della storia con messa in scena finale (possibilmente nei teatri comunali, nelle piazze e negli spazi adibiti allo spettacolo e alla cultura).
Dedicheremo ad ogni nuovo gruppo lo stesso amore di quello originario e faremo delle relazioni interne il primo momento privilegiato per abituarci ad avere relazioni esterne, cioè con il pubblico, amante del teatro vivo!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: